Papilloma virus i pro ed i contro del nuovo vaccino

Il Giornale Online

La reale efficacia del vaccino contro il papilloma virus, i suoi effetti collaterali ma soprattutto la sua azione di contrasto verso il carcinoma della cervice uterina. A relazionare sulla tematica Eugenio Serravalle, pediatra e specialista in patologia neonatale, ospite del centro studi “Lamezia futura” rappresentato dal vicepresidente Danilo De Fazio.

Al Teatro Umberto l'esperto ha illustrato i pro e i contro di un vaccino che è al centro delle campagne di sensibilizzazione e diffusione delle più importanti industrie farmaceutiche mondiali. Un'operazione di informazione ed anche di marketing globalizzato che sta riscontrando consensi, ma anche pareri sfavorevoli e perplessità.

Serravalle ha spiegato che esistono almeno 120 tipi di papilloma virus, 40 dei quali infettano le mucose uterine, mentre altre 15 specie sono a rischio oncogeno e quindi possono essere associate alla patologia neoplastica riguardante la cervice dell'utero. Nella maggior parte dei casi, comunque, l'infezione da papilloma virus regredisce, infatti nelle persone sessualmente attive l'infezione è asintomatica e va via da sola.

I fattori di rischio per cui si può contrarre l'infezione sono diversi tra cui i rapporti sessuali precoci e il continuo scambio di partner. Secondo le intenzioni di chi l'ha messo sul mercato, il vaccino dovrebbe ridurre l'insorgenza del tumore uterino e delle altre neoplasie associate; è consigliato alle bambine dai 9 ai 13 anni.

Serravalle ha puntualizzato che al momento non ci sono dati attendibili perché la sperimentazione del vaccino è iniziata da troppo poco tempo; inoltre è anche esiguo il numero di persone su cui è stato testato ancora poco nel mondo. È stato anche rilevato che sono piuttosto seri gli effetti collaterali causati dal vaccino: a febbraio 2008 erano 5.300 le segnalazioni di reazioni avverse nel globo.

Per l'esperto la migliore forma per evitare il carcinoma del collo dell'utero (493 mila morti all'anno) rimane il pap test e avere rapporti sessuali responsabili.

Fonte http://www.lameziaweb.biz/new.asp?id=9030

Argomenti correlati:

Revisione delle conoscenze scientifiche

Quello che dobbiamo sapere prima di decidere


About the Author