L’ALLINEAMENTO CON LA LUNA NON È CASUALE

Il Giornale Online
La Fortificazione Ottagonale è uno dei resti delle fortificazioni di Newark, recentemente indicati come una delle Sette Meraviglie dell’Ohio.

I professori Ray Hively e Robert Horn dell’Earlham College avevano dimostrato nel 1982 che le pareti di queste fortificazioni circolari e ottagonali risalenti a oltre 2,000 anni or sono erano allineate a punti specifici sull’orizzonte, in modo da indicare i limiti del sorgere e tramontare della luna durante un ciclo di 18.6 anni.

Le implicazioni di questo argomento per la comprensione delle conoscenze e delle abilità degli antichi Indiani d’America che eressero le fortificazioni, sono sorprendenti. Ma come possiamo sapere se abbiano inteso deliberatamente allineare le mura al moto della luna, o si sia trattato di una singolare coincidenza?

Sul numero corrente del Midcontinental Journal of Archaeology, Hively e Horn hanno usato la statistica per rispondere alla domanda. E pur essendo consapevoli di non poter offrire una risposta definitiva, offrono evidenze stringenti a sostegno della loro idea che il sito non sia altro che uno dei più antichi osservatori astronomici del mondo.

Hively e Horn si sono concentrati su cinque allineamenti. Sono gli assi principali del sito – che puntano verso il punto massimo settentrionale di levata della luna – e l’orientamento di quattro delle otto mura dell’ottagono, che si allineano variamente con il massimo punto di levata meridionale, il minimo punto di levata settentrionale, il massimo punto di tramonto settentrionale ed il minimo punto di tramonto meridionale.

Hanno quindi svolto un’analisi statistica, chiedendo ad un computer di generare oltre 10 miliardi di ottagoni equilateri, allineandoli in modo del tutto casuale a punti di latitudine di qualsiasi direzione geografica, e controllando quanti di essi si possano dire astronomicamente significativi.

Hanno determinato che, perfino “creando la combinazione più generosa possibile di ipotesi a favore di un allineamento casuale”, la possibilità che l’allineamento di Newark sia semplicemente accidentale è circa una su mille.

Usando un’ipotesi meno generosa e più ragionevole, la possibilità è circa una su quaranta milioni.

Ciò non tiene conto di altri differenti allineamenti lunari incorporati in modo ancora più raffinato nelle fortificazioni.

Né considera il fatto che Hively e Horn hanno mostrato che le fortificazioni di High Bank a Chillicothe, l’unica altra combinazione di circolo e ottagono costruita dalla cultura Hopewell, è allineato alla stessa serie di punti di levata e tramonto della luna.

Appare dunque chiaro che questi antichi abitanti dell’Ohio avessero molte più nozioni di astronomia di quanto si fosse mai creduto.

Fonte: http://www.laportadeltempo.com

About the Author