La curcuma guarisce le lesioni del midollo spinale – la scoperta degli scienziati dell’UCLA

Il Giornale Online
Segnalata da Pier72Mars

I ricercatori della UCLA hanno scoperto che con una dieta arricchita con un acido popolare di grassi Omega-3 e l’aggiunta di una spezia indiana, la curcuma, si è in grado di conservare la capacità di camminare nei ratti soggetti a lesioni al midollo spinale. I risultati suggeriscono che questi integratori alimentari aiutano alla riparazione delle cellule nervose e mantengono la funzione neurologica degenerativa dopo un danno al collo. “Nel normale invecchiamento si riduce spesso il canale della colonna vertebrale, che fa pressione sul midollo spinale e provocano il ferimento di tessuti”, ha spiegato il Dr. Langston Holly, professore associato di neurochirurgia presso la David Geffen School of Medicine della UCLA. “Mentre la chirurgia può alleviare la pressione e prevenire ulteriori infortuni, non può riparare i danni alle cellule e alle fibre nervose. Volevamo scoprire se la supplementazione dietetica potesse aiutare il midollo spinale stesso a guarire, afferma Holly. La squadra di UCLA ha studiato due gruppi di ratti con una simulazione di mielopatia cervicale – una malattia progressiva che si verifica spesso nelle persone con un indebolimento della spina che provoca condizioni come l’artrite reumatoide e l’osteoporosi. La mielopatia cervicale può portare a sintomi neurologici invalidanti, come la difficoltà a camminare, dolori al collo e alle braccia, intorpidimento delle mani e senso debolezza degli arti. E ‘la causa più comune dei problemi a piedi della colonna vertebrale legati a persone con più di 55 anni. Il primo gruppo di animali è stato alimentato con una dieta occidentale ricca di grassi saturi e zucchero. Il secondo gruppo ha consumato una dieta standard integrata con acido docosaesaenoico o DHA, e la curcumina, un composto presente nella curcuma, una spezia indiana. Un terzo gruppo di ratti ha ricevuto una dieta standard ed è servito come gruppo di controllo. Il DHA è un acido grasso omega-3 in grado di riparare i danni alle membrane cellulari.

La curcumina è un potente antiossidante dove, in precedenti studi, è dimostrato sia in grado di contribuire fortemente ad una riparazione tissutale. Entrambi riducono l’infiammazione. “Anni di ricerca sul cervello e sul midollo spinale di lavoro insieme, hanno dimostrato che gli integratori come il DHA e la curcumina possono influenzare positivamente il cervello”, afferma il co-autore Fernando Gomez-Pinilla, professore di neurochirurgia. “Avevamo il sospetto che ciò che funziona nel cervello possa funzionare anche nel midollo spinale. Quando siamo riusciti a trovare dei buoni dati per sostenere la nostra ipotesi, abbiamo deciso di studiare noi stessi”, ha osservato. I ricercatori hanno registrato ed esaminato settimanalmente l’andatura dei ratti. Già in tre settimane, i topi che hanno mangiano prodotti della dieta occidentale hanno dimostrato problemi di deambulazione che sono peggiorati al progredire dello studio.

I ratti alimentati con una dieta arricchita con DHA e la curcumina hanno dimostrato significativi miglioramenti rispetto al primo gruppo anche sei settimane dopo l’inizio dello studio. Successivamente, gli scienziati hanno esaminato il midollo spinale dei ratti per valutare come la dieta abbia influenzato nelle loro lesioni a livello molecolare. I ricercatori hanno misurato i livelli di tre marcatori, rispettivamente legati ai danni della membrana cellulare, alla riparazione neurale e la comunicazione cellulare. I topi che mangiavano la dieta occidentale hanno mostrato livelli più elevati del marcatore legato ai danni della membrana cellulare. Al contrario, il DHA e la curcumina sembrava provocassero un effetto di scostamento della lesione nel secondo gruppo, che ha mostrato livelli dei marker equivalenti al gruppo di controllo. I livelli dei marcatori associati alla riparazione neurale e cellulare si sono dimostrati inferiori nei ratti alimentati con una dieta occidentale. Inoltre i livelli degli animali alimentati con la dieta integrata risultano simili a quelli del gruppo di controllo. “Il DHA e la curcumina sembrano invocare diversi meccanismi molecolari che conservano la funzione neurologica nei ratti. Questo è un primo passo verso la comprensione del ruolo che la dieta svolge nel proteggere il corpo dalle malattie degenerative “, affermano Gomez-Pinilla. La scoperta è stata pubblicata 26 giugno nel Journal of Neurosurgery: Spine.

Fonte: http://www.globochannel.com/wordpress/2012/06/27/la-curcuma-guarisce-le-lesioni-del-midollo-spinale-la-scoperta-degli-scienziati-dellucla/ http://newsroom.ucla.edu/portal/ucla/ucla-study-shows-omega-3-fatty-235713.aspx http://timesofindia.indiatimes.com/life-style/health-fitness/health/Omega-3-turmeric-heal-spinal-cord-injuries/articleshow/14428060.cms

About the Author
Richard